Smart meter gas

L’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA), con delibera n. 631/2013/R/gas ha emanato le “Direttive per la messa in servizio di gruppi di misura del gas caratterizzati dai requisiti funzionali minimi”.

Gigas Rete, in ottemperanza a quanto previsto dalle direttive e dalle successive modifiche intervenute, sta attuando un piano di sostituzione dei misuratori di calibro G4 e G6 con misuratori di tipo evoluto, i cosiddetti smart meter, dotati delle caratteristiche funzionali previste dal quadro regolatorio vigente.

La sostituzione del misuratore viene effettuata come di seguito descritto:

  • Con un preavviso non inferiore ad un mese, Gigas Rete informa i Clienti Finali circa il periodo indicativo di adeguamento o sostituzione del gruppo di misura affiggendo avvisi lungo le strade interessate dall’intervento;
  • Con le modalità indicate nell’avviso, il personale incaricato da Gigas Rete e identificabili mediante apposito cartellino di riconoscimento, provvede, in presenza del Cliente Finale o di una persona da questi delegata, a rimuovere il contatore e ad installare uno smart meter effettuando, qualora necessario, eventuali interventi accessori che non comportano comunque alcun addebito per il Cliente Finale;
  • Una volta sostituito il contatore il personale di Gigas Rete riattiva la fornitura e verifica l’assenza di dispersioni;
  • A fornitura riavviata il personale di Gigas Rete fornisce un verbale di sostituzione riportante:
    • Codice del punto di riconsegna;
    • Data di intervento;
    • Matricola e lettura finale del misuratore rimosso;
    • Matricola e lettura iniziale dello smart meter installato;
    • Motivo della sostituzione;
    • Nome e firma dell’operatore che ha effettuato l’intervento.
  • Viene inoltre fornita una breve guida nella quale è spiegato come effettuare la lettura del nuovo smart meter;

Qualora non sia possibile realizzare l’intervento (per assenza del Cliente Finale e/o per ostacoli di natura temporanea che impediscano l’intervento) il personale incaricato dell’intervento, lasciando apposita informativa contente anche i riferimenti da contattare per eventuali maggiori chiarimenti, fornisce le indicazioni necessarie per la ripianificazione dell’intervento.

Il misuratore rimosso, per effetto dell’articolo 46.11 dell’Allegato A alla deliberazione 574/2013/R/gas (RQDG), viene conservato per i 45 giorni solari successivi all’intervento e può essere sottoposto a verifica su esplicita richiesta del Cliente Finale, da effettuarsi entro 15 giorni solari dalla data di sostituzione, inviando un’apposita richiesta al proprio fornitore di gas naturale.

In caso di effettuazione della verifica del gruppo di misura si applicherà quanto previsto dai commi 46.5 e 46.7 dell’Allegato A alla deliberazione 574/2013/R/gas.

Le opere di adeguamento del gruppo di misura, la messa in servizio, nonché le modifiche che si rendessero necessarie per consentirci di ottemperare agli obblighi imposti all’azienda dalle Direttive dell’Autorità, non comportano alcun addebito a carico dei Clienti Finali.