Accertamenti della sicurezza post contatore

Iter Accertamenti Sicurezza Post Contatore

La presente pagina contiene indicazioni sull’iter da seguire per l’attivazione di impianti di utenza nuovi, trasformati o modificati e quindi soggetti ad accertamento sicurezza post contatore ai sensi della delibera ARERA n. 40/2014/R/gas:

  1. Il Cliente Finale deve far realizzare/modificare l’impianto di utenza da un installatore (“idraulico”) regolarmente iscritto alla Camera di Commercio e abilitato ai sensi del Decreto Ministeriale 22 gennaio 2008 n. 37;
  2. Una volta realizzato l’impianto deve stipulare il contratto di fornitura con una società di vendita;
  3. La società di vendita ci invia la richiesta di attivazione della fornitura con le modalità e le tempistiche previste dal quadro regolatorio vigente. Contestualmente alla sottoscrizione del contratto la società di vendita deve fornire al Cliente Finale:
    • L’informativa sulla procedura di accertamento (Allegato G/40);
    • L’Allegato H/40: “Conferma della richiesta di attivazione/riattivazione della fornitura di gas” compilato nella parte in cui è indicato: “sezione da compilarsi a cura del venditore”;
    • L’Allegato I/40: “Attestazione di corretta esecuzione dell’impianto” compilato nella parte in cui è indicato: “sezione da compilarsi a cura del venditore”;
  4. Il Cliente Finale deve, a sua volta:
    • Compilare l’allegato H/40 nella sezione di sua competenza, apporvi la data, la località di compilazione e firmarlo (Attenzione: la data di compilazione non deve essere antecedente la data di sottoscrizione del contratto);
    • Consegnare l’Allegato I/40 all’installatore incaricato della messa in servizio dell’impianto che deve a sua volta compilare la parte rimanente e predisporre gli allegati obbligatori attestanti la corretta realizzazione dell’impianto;
  5. L’Allegato H/40 compilato dal Cliente Finale e l’Allegato I/40 compilato dall’installatore e completo di tutti gli allegati obbligatori, devono essere inviati all’Ufficio Accertamenti di Gigas Rete;
  6. Una volta ricevuta la documentazione, Gigas Rete verifica che questa sia completa e procede nel seguente modo:
    • In caso di documentazione incompleta viene inviata una richiesta di integrazione al Cliente Finale, alla società di vendita con cui ha stipulato il contratto di fornitura e all’installatore incaricato della messa in servizio dell’impianto (solo se nell’Allegato I/40 è stato indicato un indirizzo di posta elettronica), in cui verrà specificato quanto mancante o da correggere e i relativi riferimenti della normativa non rispettata. Nella comunicazione è indicato anche il termine entro il quale l’integrazione deve pervenire all’ufficio accertamenti, termine passato il quale l’accertamento viene chiuso con esito negativo;
    • In caso di documentazione completa esegue l’accertamento nel rispetto di quanto previsto dalla delibera 40/14 dell’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA) e seguendo i criteri definiti dalle linee guida CIG n. 11;
  7. Gli esiti dell’accertamento possono essere i seguenti:
    • Accertamento effettuato con esito positivo che viene comunicato alla società di vendita con la quale il Cliente Finale ha sottoscritto il contratto di fornitura affinché provveda a fissare l’appuntamento per l’attivazione della fornitura;
    • Accertamento effettuato con esito negativo in quanto la documentazione non è sufficientemente dettagliata da permettere di attestare che l’impianto è realizzato a regola d’arte o presenta evidenze tali da attestare che l’impianto non è realizzato a regola d’arte. In questo caso la richiesta di attivazione viene annullata e occorre presentare nuovamente l’intera pratica (richiesta di attivazione della fornitura e documentazione completa per l’accertamento);

Link Utili

Linee guida CIG n. 11

Accertamenti On Line (Invio Documentazione)

Documenti correlati

Per ulteriori informazioni in merito alla documentazione da presentare si rimanda alla lettura del documento P7-5-1All1